Terzo settore per Roma Capitale

Il Terzo settore a Roma si adegua alle normative 2017 e cresce: Roma Capitale rinnova il servizio, rivolto ad anziani e a cittadini con disabilità grave o gravissima, Insieme si può, costituendo il “Registro degli Assistenti alla Persona” in sostituzione del precedente dedicato ai servizi per la terza età, e aggiornando il “Registro degli Amministratori di Sostegno”.

Cos’è il Terzo settore

Il Terzo settore può rappresentare una grande opportunità, per le ricadute nella società civile e per l’occupazione. Ma cosa si intende con questa locuzione? Terzo settore indica soggetti di natura privata che, senza scopo di lucro, “promuovono e realizzano attività di interesse generale mediante forme di azione volontaria e gratuita o di mutualità o di produzione e scambio di beni e servizi” (da Wikipedia – Terzo settore). Il Terzo settore dunque non è riconducibile né allo Stato né al mercato, ma agisce secondo forme di partecipazione sociale nei campi dell’educazione, della sanità, dei servizi sociali, della tutela ambientale ecc.

Il Registro degli Assistenti alla Persona

Il nuovo Registro degli Assistenti alla Persona si rivolge alle persone anziane o con disabilità grave che necessitano di personale formato in grado di fornire assistenza domiciliare, ma anche a coloro che sono interessati a svolgere tale professione e che abbiano i requisiti d’iscrizione al Registro Cittadino di Roma Capitale.

LEGGI L'ARTICOLO: Accreditamento organismi – RUC

L’obiettivo del registro è duplice: facilitare la ricerca di quanti necessitano di assistenza personale, ma anche ma anche offrire un’opportunità di crescita professionale, offrendo un riconoscimento ed una visibilità pubblica ai lavoratori del settore.

Il registro degli Amministratori di sostegno

L’Amministratore di sostegno è una figura giuridica che affianca negli atti di ordinaria amministrazione (attività patrimoniale, sociale, sanitaria ecc.) una persona adulta non autosufficiente. L’Amministratore di sostegno può essere indicato dallo stesso interessato, in previsione della propria eventuale futura incapacità, o nominato da un giudice tutelare al momento della necessità. Generalmente viene scelto tra le persone più vicine all’interessato (il coniuge o un parente), ma può essere anche un professionista con competenze legali (ad esempio, un avvocato) o un volontario.

Il registro ha lo scopo di fornire al Tribunale civile, nel caso specifico quello di Roma, nominativi di volontari formati che intendano svolgere il compito di Amministratori di sostegno, e di favorire il principio di cittadinanza attiva. È uno strumento utile alle agenzie sociali, alle famiglie e a tutti coloro che necessitano della figura dell’Amministratore di sostegno. L’iscrizione al registro è volontaria e gratuita, ma possibile solo dopo aver frequentato un apposito corso di formazione.

Dove chiedere informazioni

Sportello Insieme si può
Viale Manzoni 16, 00185 Roma – Piano 7

Apertura al pubblico: lunedì ore 9-13 e martedì e giovedì ore 9-17

Sportello telefonico e back-office: lunedì, mercoledì e venerdì ore 9-15 e martedì e giovedì ore 9-17
Telefono: 06 671071344 – 74353
Cellulare:3939902013

I commenti sono chiusi